Sede di Oreno – I corsi per adulti e bambini

Lo yoga è una pratica millenaria di antichissime origini che ancora oggi viene utilizzata da milioni di persone nel mondo per la cura e il mantenimento del proprio equilibrio psicofisico.

Lo yoga nasce quando ancora i campi del sapere non erano separati, filosofia, psicologia, igiene, religione, spiritualità erano un unico corpo di conoscenze messe al servizio dell’evoluzione dell’uomo.

Il termine yoga deriva dalla radice yuj, legare insieme, UNIRE, tenere stretto, aggiogare, Nello yoga si deve quindi realizzare l’azione del legare, unire, connettere. Lo yoga diventa il mezzo che permette all’uomo di connettere armonicamente corpo e coscienza, essere e universo, testa e cuore, respiro e sensazioni, psiche e memoria, passato e futuro, attività e passività, volontà e abbandono.

Oreno di Vimercate (MB) - Via Madonna, 12/1

Tutti i corsi per Adulti

Scopri tutti i nostri corsi per adulti.

Yoga Tradizionale

Lo Yoga tradizionale viene codificato negli Yoga sutra da Patanjali nel II sec. a.C. e cioè dopo più di duemila anni di trasmissione orale. Esso poggia le sue basi concettuali sulla filosofia e sulla cosmologia Samkhya.

I benefici che si possono trarre dallo Yoga tradizionale sono sperimentabili ai livelli fisico, energetico, mentale e spirituale. Esso è rivolto a tutti coloro che aspirano a uno stile di vita salutare e sereno e che intendono approfondire la conoscenza di sé.

Lo Yoga tradizionale consente a chi lo pratica, attraverso una serie di pratiche fisiche ”asana”, respiratorie e mentali di realizzare il proprio benessere psicofisico, ottenendo:

  • Il miglioramento dell’elasticità, il rinvigorimento, il rimodellamento e l’eventuale riabilitazione del corpo, attraverso la sua conoscenza, le sue potenzialità e la sua capacità di abbandono-rilassamento;
  • più in generale, la prevenzione, il benessere e la solidarietà, la riscoperta della fiducia, del rispetto, della bellezza e della libertà che esistono in ciascuno di noi

Lo Yoga tradizionale può essere iniziato e praticato nell’arco di vita che va dall’adolescenza (vedi le proposte GiocaYoga® per bambini e pre-adolescenti) alla terza età. Nessuna limitazione fisica può impedire la frequenza ai suoi Corsi, perché tutte le posizioni sono adattabili alle possibilità del soggetto, anche se in particolari condizioni è sempre consigliabile consultare il proprio medico curante o lo specialista.

Cosa comprendono le lezioni:

  • Posizioni Yoga (Asana);
  • Tecniche Respiratorie (Pranayama);
  • Rilassamento Psicofisico (Yoga Nidra – un sistema efficace di rilassamento che riduce le tensioni a tutti i livelli causate dall’ansia e dallo stress della vita moderna);
  • Tecniche di Concentrazione (Dharana) , tecniche per il controllo fisico, emotivo, mentale per lo sviluppo delle qualità interiori
  • Meditazioni (Dhyana)

Le lezioni durano 90 minuti (salvo diversamente indicato)

Yoga Vinyasa

Vinyasa è un termine sanscrito che, come tante parole di questa lingua, ha molteplici significati. Una sua prima definizione descrive il vinyasa come il collegamento tra movimento del corpo e respiro. Come elemento della pratica dello yoga, vinyasa è una sequenza di movimenti coordinati al respiro che aiutano la transizione da una posizione alla successiva. Per estensione, vinyasa Vinyasa è una forma di yoga moderno dinamico che, anziché far eseguire le posizioni in una semplice successione, le collega in un flusso. Le transizioni del vinyasa sono movimenti precisi che chiudono e aprono le asana in modo appropriato e con estrema attenzione, per condurre lo studente da una posizione all’altra in sicurezza.

Alle origini del vinyasa yoga c’è l’insegnamento di Krishnamacharya, uno dei più influenti maestri del ventesimo secolo, a cui viene attribuito il merito del revival dell’Hatha Yoga in tempi moderni.

Essendo la lezione dinamica è normalmente considerata più intensa da un punto di vista fisico; comunque adatta anche a principianti e a tutti coloro che vogliono avvicinarsi allo yoga senza rinunciare al movimento.

Yoga Ashtanga

Tradizionalmente il metodo dell’ Ashtanga-yoga ha come obiettivo la concentrazione della mente. Praticando questo metodo si può sperimentare la sensazione di benessere che nasce dal raggiungere la piena libertà di movimento e stabilità del corpo  con il respiro, sino a progredire gradualmente verso le tecniche di concentrazione.

Acquisire costanza con la pratica delle differenti posizioni dello Yoga, controllare la circolazione dell’aria, stabilire una connessione con le sensazioni interne e poi concentrare la mente nel presente.

Viene definito  Samadhana della mente la capacità di fissare l’aria vitale e il pensiero su uno dei sei piani di coscienza, dove l’aria vitale circola all’interno del corpo.

Nel lavoro fisico, che non mira al semplice atletismo delle posizioni, viene dedicata particolare cura e attenzione alle caratteristiche fisiche individuali, agli approfondimenti tecnici, culturali, filosofici, laddove vi sia la più ampia condivisione e giusta atmosfera.

Yoga Cikitsa

Nel lavoro fisico con lo Yoga-cikitsa è importante avere una comprensione di base su due problematiche: la valutazione del dolore-disturbo e il lavoro bio-meccanico.
La maggior parte dei dolori alla colonna possono avere un’origine di natura meccanica, cioè in conseguenza alle posture mantenute o ai movimenti scorretti ripetuti vengono eseguiti. Il dolore insorge per una deformazione meccanica dei tessuti molli tale da attivare il sistema nocicettivo.
L’attenzione viene rivolta a inserire le posizioni fisiche in angoli di escursione precisi, per determinare l’allineamento delle Vertebre, agendo sulle curve fisiologiche della colonna, sull’allungamento delle catene muscolari, con il coinvolgimento di organi e viscere nella costruzione dell’assetto.
Lo Yoga-cikitsa parte dalla Postura, considerando il corpo come un Meccanismo Vivente che esprime salute e possiede le risorse per promuovere la guarigione dall’interno.

Il respiro del manager

La lezione di yoga tradizionale si svolgerà nella fascia della pausa pranzo e per questo particolarmente adatta a manager o impiegati che hanno a disposizione solo un’ora da dedicare alla pratica yoga, per staccare la spina e rigenerarsi a metà della giornata lavorativa.

La conoscenza di semplici tecniche e la loro applicazione consente la gestione dello stress e facilita l’autocontrollo, fondamentali per migliorare la propria efficacia anche durante le situazioni lavorative difficili; la maggior conoscenza di sé porterà alla consapevolezza dei propri punti di forza e debolezza.

Il corso può anche essere interamente dedicato e riservato ad una singola azienda con quotazioni su richiesta.

Mindfulness

Ciclo di 8 incontri per apprendere le tecniche di Mindfulness ed iniziare un percorso di trasformazione per vivere meglio con sé stessi e con gli altri.
Le pratiche Mindfulness, un addestramento mentale all’attenzione e alla consapevolezza, ci insegnano ad uscire dagli automatismi ed essere presenti nei piccoli gesti quotidiani liberandoci dagli schemi reattivi che indirizzano i nostri pensieri, le nostre emozioni, le nostre azioni.

Numerosi neuro-scientifici ne hanno dimostrato i benefici:

  • riduzione del livello di ansia, depressione, irritabilità
  • riduzione delle distrazioni e miglioramento della concentrazione e della memoria
  • miglioramento nella gestione delle emozioni e delle relazioni

Conduttrici:

Dott.ssa Flaminia Morin: psicologa, istruttrice Mindfulness

Dott.ssa Lorena Pajalunga: insegannte yoga, istruttrice Mindfulness, formatrice

 

Yoga Nidra

Una tecnica di profondo rilassamento, che ci accompagna piacevolmente in uno stato di  “sonno psichico o consapevole”, che deriva da antichissime conoscenze tantriche ed è stato rielaborata da Swami Satyananda Saraswati nel Novecento, in modo scientifico.

Guidati dalla voce di un insegnante, ci immergeremo – in quel prezioso «stato di confine tra la veglia e il sonno», in cui possiamo accedere a zone del nostro cervello solitamente sopite o inesplorate, situate nel subconscio. Tutto ciò non è fine a se stesso: poiché in tale stato la nostra mente è particolarmente ricettiva, grande è il potenziale di guarigione e di trasformazione insito in tale pratica. L’unidirezionalità della mente, scopo dello yoga come indicato già negli Yoga Sutra, può essere raggiunta anche grazie al rilassamento approfondito e prolungato, In uno stato di rilassamento completo, ricorda Swami Satyananda, è possibile la «trasformazione vera», perché è soltanto in tale stato che facciamo «esperienza della verità».

E’ scientificamente provato che 45 minuti di yoga nidra corrispondono a 4 ore di sonno profondo.

La pratica dura circa 60 minuti.

I corsi per bambini e genitori

Scopri tutti i nostri corsi per bambini e genitori.

Yoga per bambini metodo GIOCA YOGA

Nello Yoga esistono, da un tempo indefinito, gli strumenti, le tecniche, le conoscenze e la filosofia che trasmessi ai nostri bambini possono aiutarli a crescere: attraverso il linguaggio giocoso viene trasmesso il Raja yoga Di Patanjali ai bambini di eta’ compresa tra i 3 ed i 13 anni.

Questo gruppo di lavoro e rivolto ai bambini in eta’ scolare e prescolare suddivisi in fasce d’eta’. Attraverso la tecnica dell’Espressione corporea si sperimentano e scoprono nuovi contesti comunicativi dando spazio alla valenza artistica e creativa del movimento.

All’interno della lezione troveranno spazio il gioco, la condivisione e riflessioni, piccoli momenti di rilassamento e meditazioni per bambini, sperimentazione di asana proposte in chiave giocosa e nel rispetto della fisiologia dei bambini.

I bambini e i ragazzi che praticano lo Yoga rispondono in maniera straordinaria e sorprendente agli stimoli che tale disciplina suscita, traendo indiscutibili benefici in termini di concentrazione, calma e sicurezza di sé.

Giocayoga party

Feste di compleanno yogiche su prenotazione per il tuo bambino e i suoi amici: pratiche di giocayoga, mandala e giochi per una festa all’insegna del divertimento ma anche per imparare il rispetto di sè, dell’Altro e dell’intero pianeta.

Yoga Nidra

Una tecnica di profondo rilassamento, che ci accompagna piacevolmente in uno stato di  “sonno psichico o consapevole”, che deriva da antichissime conoscenze tantriche ed è stato rielaborata da Swami Satyananda Saraswati nel Novecento, in modo scientifico.

Guidati dalla voce di un insegnante, ci immergeremo – in quel prezioso «stato di confine tra la veglia e il sonno», in cui possiamo accedere a zone del nostro cervello solitamente sopite o inesplorate, situate nel subconscio.

Tutto ciò non è fine a se stesso: poiché in tale stato la nostra mente è particolarmente ricettiva, grande è il potenziale di guarigione e di trasformazione insito in tale pratica. L’unidirezionalità della mente, scopo dello yoga come indicato già negli Yoga Sutra, può essere raggiunta anche grazie al rilassamento approfondito e prolungato, In uno stato di rilassamento completo, ricorda Swami Satyananda, è possibile la «trasformazione vera», perché è soltanto in tale stato che facciamo «esperienza della verità».

E’ scientificamente provato che 45 minuti di yoga nidra corrispondono a 4 ore di sonno profondo.

La pratica dura circa 50 minuti

Baby Om

Uno spazio per mamme in attesa e mamme con bebè, in condivisione con la doula.  Per coltivare quel legame speciale che esiste con il proprio bambino, anche attraverso i movimenti dello yoga.

Dal momento del parto il corpo della madre è un oceano di trasformazioni e il bambino è uno dei maggiori cambiamenti che possono capitare nella vita di una donna: il cerchio di condivisione con la doula e la pratica dello yoga possono aiutare a ritrovare il benessere in questa situazione di mutamento senza rinunciare al contatto con il proprio bambino.

Un momento in cui condividere con altri genitori esperienze, gioie e difficoltà relative alla maternità, nella relazione con sé, il proprio bambino, il partner e l’ambiente circostante.

BimbOMio

A partire dai 24 mesi. Uno spazio per mamme e papà e bambini, per condividere la pratica yoga divertendosi, avvicinando i piccoli al meraviglioso mondo dello yoga e con l’aiuto di mamma e papà imparare alcune semplici posizioni grazie alla narrazione di piccole storie e giochi. Oppure ancora saranno i genitori a praticare con l’aiuto e la collaborazione dei loro bimbi.